Regolamento ottavi Europa League: chi passa, gol in trasferta, cosa succede in caso di pareggio

Anche in Europa League (dopo gli “spareggi”) è tempo di disputare gli ottavi di finale, allineandosi dunque alla Champions.  Ma cosa dice il regolamento? Quali sono le regole della competizione?

IL REGOLAMENTO

CHI PASSA:  Vince il confronto e passa il turno, la squadra che dopo la gara di ritorno ha realizzato il maggior numero di marcature totali. E in caso di parità NON valgono più i gol in trasferta: la regola è abolita da questa stagione. Se dunque il numero di reti nel doppio confronto è pari, si procede direttamente con i due tempi supplementari. E anche nei tempi supplementari non vale più la regola dei gol fuori casa: dunque in caso di parità (con qualsiasi risultato di parità), si procede con i rigori.

SOSTITUZIONI: Sono ammesse 5 sostituzioni e queste possono essere effettuate usufruendo di tre interruzioni del gioco nell’arco dei 90 minuti (nota: l’intervallo non vale come “interruzione”). In caso di tempi supplementari, le squadre possono però usufruire di una ulteriore sostituzione; i cambi a disposizione, dunque, in caso di “extra time”, diventano sei.

SQUALIFICHE: Il cartellino rosso costa almeno una partita di squalifica (la commissione disciplinare Uefa può ovviamente valutare un inasprimento delle pene caso per caso). I cartellini gialli – ed eventuali diffide – accumulati durante la fase a gironi NON vengono azzerati in questa fase e quindi restano “validi”. Dalla fase a gironi in poi, la prima squalifica per somma di cartellini scatta alla terza ammonizione totale; poi ogni due (quinta, settima, nona, undicesima, ecc….). I cartellini gialli vengono “azzerati” solo dopo i quarti di finale.