Almici: “È la vittoria del gruppo. Bari? Non guardiamo la classifica”

FOTO PEPE / PUGLIA

Alberto Almici torna al gol ed esprime le sue emozioni nel post partita. Un successo importante per la squadra ora a soli 4 punti dal Bari capolista.

“Sono contento per il gol soprattutto perché abbiamo vinto oggi che era importante. L’ho vissuta come una gioia per me, ma soprattutto per i miei compagni perché penso sia stata la vittoria del gruppo“.

Riguardo la corsa al primo posto: “Cerchiamo di lavorare giorno per giorno e non guardiamo la classifica. Gli avversari più difficili per noi siamo noi stessi e dobbiamo ragionare piano piano con un certo equilibrio. Ogni partita cerchiamo di interpretarla come se avessimo davanti il Real Madrid“.

“Sono contento perché stiamo facendo bene a livello di risultati ma anche di prestazione. Quando lo fai partita dopo partita ti puoi togliere soddisfazioni. Dal campo ho avuto la percezione che ogni compagno dava l’anima. Dobbiamo cercare sempre questo spirito”.

Il calciatore si è espresso anche sulle sue recenti prestazioni. “Penso che nella carriera di un giocatore ci siano momenti belli e meno belli e da questi ultimi ne sono sempre uscito col duro lavoro e con voglia. Ho passato un periodo in cui avrei potuto far meglio ma se dai l’anima in allenamento alla fine tutto torna”.

“Il Bari? Tempo fa si pensava che non potevamo competere per determinate posizioni ma io con umiltà dico che dobbiamo pensare solo e esclusivamente a noi stessi. Se interpretiamo le gare in questo modo difficile trovare una squadra che ci possa mettere sotto”.

Poi l’opinione su Doda. “Penso sia un giocatore dal futuro importante e cerco di dargli consigli. E’ giovane e penso debba avere un certo tipo di crescita: con la dedizione al lavoro può calcare palcoscenici importanti.

Dedico il gol a mia moglie Francesca che c’è sempre, anche nei momenti meno belli e da domani si ritorna a lavorare. La maglia? L’importanza della partita. Lo rifarei di nuovo. Esultare con i tifosi è stato stupendo”, ha concluso.

LEGGI ANCHE

LE PAGELLE DI GUIDO MONASTRA

LA CRONACA DEL MATCH