Fallimento Palermo, ecco i nuovi documenti. Giammarva: “Incontro positivo”

“Incontro positivo”. Queste le impressioni del presidente del Palermo Giovanni Giammarva, che intervistato dal Giornale di Sicilia commenta l’esito dell’incontro svoltosi a Bologna con i periti nominati dal Tribunale di Palermo per svolgere la nuova perizia (da presentare non oltre il 28 febbraio – a 70 giorni dall’ultima udienza), presentando nuovi documenti assieme al pool di avvocati rosanero guidati da Francesco Pantaleone e Francesco Paolo Di Trapani.

MERCATO PALERMO: IDEA DEL GROSSO PER LA FASCIA

Nello specifico, riporta il quotidiano, sono stati forniti dati e informazioni sull’attuale esercizio finanziario (che verrà chiuso a giugno 2018 – descrivendo l’evolversi della situazione patrimoniale) nonché una valutazione del parco giocatori effettuata da un’azienda specializzata, in risposta alla valutazione al ribasso fatta dalla Procura di circa 20 milioni di euro. Inoltre il Palermo ha dimostrato di avere chiuso un contenzioso da 2 milioni di euro circa con l’Agenzia delle Entrate approfittando della cosiddetta “rottamazione”.

MONASTRA – “IL PALERMO E IL DIVIETO AGLI INSULTI: SI CAMBIA REGISTRO”

Il numero uno dei rosanero ha affermato: “Abbiamo dato ancora più notizie e ancora più documenti per mettere in evidenza la nostra teoria e la nostra difesa. Siamo sereni e tranquilli e vogliamo uscirne subito per tantissimi motivi”.

CORSPORT – ZAMPARINI A PALERMO: LA CESSIONE É PIÚ LONTANA

In attesa della prima bozza di perizia che i periti Saverio Mancinelli di Pescara, il palermitano Daniele Santoro e il docente universitario di Bologna Angelo Paletta, dovranno fornire entro l’8 febbraio (poi sarà il momento delle controdeduzioni delle parti) l’ottimismo in casa Palermo resta: la partita in Tribunale continua.

LEGGI ANCHE:

PALERMO, DIMOSTRAZIONE DI FORZA: TRE MOTIVI PER SORRIDERE

FILIPPINI: “STADIO VUOTO? NON É GIUSTO”

SPEZIA – PALERMO 0-0: LE PAGELLE IRONICHE DI AMENTA E FERRARA