Napoli – Lazio 4 – 0, LE PAGELLE: Mertens e Koulibaly perfetti. Disastro biancoceleste

NAPOLI – LAZIO 4 – 0 | Marcatori: 7′ p.t. Zielinski (N), 10′ p.t. Mertens (N), 29′ p.t. Mertens (N), 40′ s.t. Fabian Ruiz (N)

Il Napoli schianta la Lazio 4-0, si riprende dopo la sconfitta contro l’Inter e conquista la vetta solitaria della classifica, con tre punti di vantaggio dal Milan – sconfitto a San Siro dal Sassuolo.

La squadra di Spalletti gioca una partita perfetta, mostrando le enormi qualità in fase di palleggio. Le azioni azzurre, infatti, partono dalla difesa, con Fabian Ruiz e Lobotka bravi a verticalizzare per gli attaccanti, poi letali davanti a Reina. Scatenato, fra tutti, Dries Mertens, che con una doppietta manda un segnale ai tifosi partenopei, rasserenandoli dopo l’infortunio di Victor Osimhen.

E’ un disastro, invece, il ritorno di Maurizio Sarri a Napoli. La Lazio perde tutte le certezze ottenute giovedì in Europa League ( 3-0 contro la Lokomotiv Mosca), ma riesce a non perdere posizioni in classifica: anche Fiorentina e Juventus hanno perso.

SERIE A, I RISULTATI DELLA 14a GIORNATA

NAPOLI (4-3-3): Ospina 6,5; Di Lorenzo 6, Rrahmani 6,5, Koulibaly 8, Mario Rui 6 (dal 41′ s.t. Ghoulam s.v.); Ruiz 7,5 (dal 41′ s.t. Malcuit s.v.), Lobotka 6,5, Zielinski 7 (dal 28′ s.t. Demme 6); Lozano 7,5 (dal 19′ s.t. Elmas 6,5), Mertens 8,5 (dal 19′ s.t. Petagna 6), Insigne 7. 

 

LAZIO (4-3-3): Reina 6; Patric 4 (dal 1′ s.t. Lazzari 5), Luiz Felipe 4,5, Acerbi 5,5, Hysaj 5; Milinkovic-Savic 5 (dal 16′ s.t. Basic 5,5), Cataldi 5 (dal 30′ s.t. Leiva 5,5), Luis Alberto 5,5; Felipe Anderson 4,5 (dal 10′ s.t. Zaccagni 5), Immobile 4,5, Pedro 5 (dal 30′ s.t. Moro s.v.).

I MIGLIORI

Mertens 8,5: due gol stupendi, che oltre a mandare k.o. la Lazio, fanno divertire tutto il pubblico del ‘Maradona’. Prima, segna un gol da ‘calcetto’, facendo impazzire la difesa biancoceleste con due finte perfette. Nel secondo, scavalca Reina con un tiro di prima intenzione dal limite dell’area. Il belga, però, manda un segnale fondamentale: il Napoli, in avanti, è al sicuro anche senza Osimhen. E questo potrà essere fondamentale per la corsa allo Scudetto.

Koulibaly 8: La partita sembra semplice, ma affrontare Ciro Immobile, in Serie A, non è mai facile. Lui però non concede nulla e non si fa scappare mai gli attaccanti avversari in profondità. In più, una prova perfetta anche in disimpegno: le azioni del Napoli partono dai piedi suoi e degli altri difensori.

Fabian Ruiz 7,5: Già dal primo lancio per Insigne si capisce che è in giornata. Lo spagnolo è fenomenale quando deve trasformare il palleggio dei difensori in azione d’attacco, ma con il suo mancino riesce a verticalizzare sempre perfettamente. Nel finale, anche un gioiello che si insacca all’angolino basso.

Lozano 7,5: Domina sulla fascia destra contro il povero Hyasj, che non riesce mai a fermarlo. Grazie alla sua velocità riesce a guadagnare sempre metri dagli avversari e così ha lo spazio per servire i compagni in mezzo all’area: da suoi passaggio arriva il gol di Zielinski e il secondo gol di Mertens.

I PEGGIORI

Patric 4: Insigne lo fa impazzire sulla fascia e, dopo averlo ‘preso a calci’ per tutta la partita, protesta e si fa ammonire. Sul gol del 2-0, Mertens lo umilia con due finte che lo mandano al bar. Fare peggio era difficile e, per evitare ulteriori guai, Sarri lo cambia ad inizio ripresa.

Hysaj 4,5: Il ritorno al ‘Maradona’ è un incubo per il terzino albanese. Lozano dalle sue parti è sempre libero di crossare e trovare i compagni e da lì arrivano i gol del Napoli. Male anche in fase di palleggio.

Felipe Anderson 4,5: Tutto l’attacco della Lazio è disastroso, ma lui è quello che si fa vedere meno. Nessun dribbling tentato e nessuna progressione sulla fascia.