Bologna – Juventus 0 – 2, LE PAGELLE: perfetto De Ligt, a salve Barrow

Bologna – Juventus 0 – 2 | Marcatori: 6′ p.t. Morata (J), 24′ s.t. Cuadrado (J)

La nebbia non impedisce a Bologna e Juventus di sfidarsi nella 18a giornata del campionato di Serie A. La formazione di Allegri ottiene la vittoria in una gara sicuramente non al cardiopalma ma giocata con la giusta grinta. Poche le chiare occasioni da gol nei 90 minuti, tutte sfruttate dai singoli.

Qualche errore di troppo in impostazione, da ambo le parti, scandisce il primo tempo, forse proprio a causa delle condizioni atmosferiche avverse. Al 6′ i bianconeri passano in vantaggio grazie ad una giocata di Bernardeschi trasformata da Morata.

Una partita ruvida anche nella seconda frazione di gioco. La formazione di Mihajlovic prova a prendere il pallino del gioco ma è Cuadrado a rispondere con un tiro/invenzione che sorprende Skorupski. Due a zero finale. Prosegue la corsa Champions dei bianconeri che sono a pari merito con la Roma in classifica e a -5 dal Napoli.

Bologna (3-5-2): Skorupski 5.5; Soumaoro 5.5, Medel 5, Theate 6; De Silvestri 5 (2′ s.t. Skov Olsen 6), Dominguez 6, Svanberg 7 (34′ s.t. Vignato 6), Hickey 5.5 (35′ s.t. Viola s.v.); Soriano 6 (35′ s.t. Santander s.v.), Barrow 4.5 (34′ s.t. Sansone s.v.); Arnautovic 6.

Juventus (4-4-2): Szczesny 6; Cuadrado 6.5, Bonucci 6, De Ligt 7.5, Pellegrini 5.5 (15′ s.t. Alex Sandro 6); McKennie 5.5 (27′ s.t. Bentancur s.v.), Arthur 6.5 (15′ s.t. Locatelli 6), Rabiot 5.5, Bernardeschi 6; Kean 5 (26′ s.t. Kulusevski s.v.), Morata 7 (35′ s.t. Kaio Jorge s.v.).

I MIGLIORI

Morata: data l’assenza di Dybala sente la responsabilità di dover trascinare l’attacco bianconero. Ci riesce con inserimenti spesso pericolosi e visione di gioco. Peccato per un secondo tempo un po’ in ombra.

De Ligt: praticamente perfetto. Non permette mai ad Arnautovic di accendersi e respinge gli attacchi avversari con efficacia. Annulla persino il momento migliore rossoblu nel secondo tempo.

Svanberg: ci prova ti tacco, di piede, di testa e di rovesciata. Non ci riesce ma ciò non compromette una prova di alto profilo. Il centrocampo rossoblu è tutto suo.

I PEGGIORI

Barrow: oggi non è in partita. Avrebbe anche un’occasione per cambiare il parziale ma sbaglia, così come sbaglia quasi la totalità dei calci piazzati che decide di tirare.

Kean: il calciatore che aveva illuminato Parigi sembra un ricordo. Corre tanto, male e attacca poco, senza la sciare mai il segno.

LEGGI ANCHE

SERIE A, 18A GIORNATA: TUTTI I RISULTATI