Zamparini: “Solo accuse, resteranno tali. Ma perché a ridosso del closing?”

Parla Maurizio Zamparini. Dopo la mattinata di perquisizioni e il comunicato stampa con cui la procura di Caltanissetta rilancia le accuse in merito alla presunta fuga di notizie, il patron del Palermo risponde e contrattacca, annunciando che il closing entro un paio di giorni sarà cosa fatta.

CALTANISSETTA, L’ATTO D’ACCUSA DEI PM /IL COMUNICATO

Intervistato da Palermo Today, Zamparini afferma: “Le accuse contro il Palermo? Sono solo delle accuse e resteranno tali. Anzi saranno prontamente smentite dai fatti. Zamparini. Queste sono guerre tra loro che vedono come vittima il Palermo. Spero che tutto ciò non faccia saltare la trattativa, ma chiedetevi come mai è scoppiato questo casino proprio a tre-quattro giorni dal closing!”.

E poi intervistato da Valerio Tripi per Repubblica Palermo ribadisce: “Aspetto le verifiche da parte della consob inglese. Mancano le ultime verifiche formali, ma spero che non ci saranno sorprese e che gli inglesi capiscano. Non vedo altra spiegazione, questo è un tentativo di non fare andare in porto il closing che però ormai c’è già stato. I miei legali, con l’avvocato Gattuso e Daniela De Angeli, stanno predisponendo un comunicato in cui spiegheremo tutto. Mi dispiace per Giovanni Giammarva al quale stamattina ho mandato un messaggio di solidarietà, non si merita tutto questo”.

LEGGI ANCHE

PERQUISIZIONI PRESSO IL TRIBUNALE DI PALERMO

INCHIESTA CALTANISSETTA, SOSPESI GIAMMARVA E IL GIUDICE SIDOTI

PALERMO DA PRIMATO, ANCHE IN TRASFERTA E NELLA RIPRESA

GDS – PALERMO, LA MEDIA É PERFETTA