Italia-Svizzera il 26 al Barbera, in palio una bella fetta di Mondiale femminile

Italia – Svizzera, di nuovo. Prima la vittoria degli azzurri nel girone degli Europei, poi i due pari che sono valsi il primo posto nel girone di qualificazione al mondiale in Qatar per gli elvetici, e adesso tocca alle nazionali femminili: le due selezioni si sfideranno venerdì 26 novembre al Renzo Barbera di Palermo (ingresso gratuito) in un match che è già di grandissima importanza (valido per la 5a giornata delle qualificazioni ai mondiali femminili del 2023).

Italia e Svizzera sono le squadre più forti del girone G: entrambe a punteggio pieno dopo 4 partite, le due nazionali hanno già affrontato tutte le altre selezioni appartenenti al girone: Romania, Moldavia, Lituania e Croazia.

L’Italia ha totalizzato 16 reti, senza subirne, mentre la Svizzera ha segnato 17 gol, subendone uno (dalla Lituania). Lo scontro diretto vedrà quindi affrontarsi due squadre di pari livello (almeno sulla carta) e una vittoria da una parte o dall’altra potrebbe dire molto sul cammino verso i mondiali, dato che (come capitato per le selezioni maschili) il primo posto vale la qualificazione diretta alla competizione, mentre arrivando seconde bisognerebbe disputare gli spareggi. Spareggi che, anche per la qualificazione Mondiale femminile, si giocano in gara secca ma che in occasioni delle qualificazioni al mondiale 2023 hanno una formula molto diversa dal maschile, oltre che piuttosto complicata.

A partecipare agli spareggi in Europa sono infatti le 9 squadre al secondo posto dei gironi: le migliori tre accedono direttamente al secondo turno; le altre 6 devono affrontarsi al primo turno di spareggio e guadagnarsi sul campo il diritto di giocare il match successivo. Ma è qui che le cose si “complicano”, perché solo due delle tre vincitrici dei playoff europei vanno al mondiale, mentre l’altra – pur avendo vinto il proprio match di secondo turno – si qualifica “solo” agli spareggi intercontinentali.

Il regolamento infatti stabilisce che i risultati ottenuti nei playoff  – per le squadre che lo vincono – si sommano ai punti conquistati durante i gironi di qualificazione (ad eccezione di quelli ottenuti contro seste classificate, se il girone è da 6 squadre). Ad andare ai mondiali senza passare dagli spareggi intercontinentali sono dunque le due nazioni con il miglior punteggio in questo “ranking” specifico. Una situazione regolamentare molto complessa e intricata, che rende ancor più vitale la vittoria nel girone.

LA CLASSIFICA

  1. SVIZZERA 12 pt
  2. ITALIA 12 pt
  3. ROMANIA 6 pt
  4. MOLDAVIA 0 pt
  5. LITUANIA 0 pt
  6. CROAZIA 0 pt

LEGGI ANCHE

ITALIA – SVIZZERA FEMMINILE, LE CONVOCATE