Home - News

Il Palermo non giocherà la Coppa Italia: ecco perché(1 di 3)

Il calcio italiano per club è pronto a ripartire e a fine settembre ci sarà anche la Coppa Italia. Ma in questo caso il Palermo non sarà ai nastri di partenza: la formazione rosanero non giocherà infatti la Coppa Italia di Serie C (annullata dalla Lega Pro per questa stagione per motivi di calendario) ma neanche la Coppa Italia nazionale, organizzata dalla Lega Serie A (—-> QUI IL TABELLONE COMPLETO).


Un fatto singolare ma strettamente legato al regolamento del torneo: la Coppa Italia è infatti aperta a tutte le squadre di Serie A e Serie B e ogni anno viene allargata ad una selezione delle squadre di C e D in base ai risultati della scorsa stagione. E in base al regolamento (che vige da alcuni anni) il Palermo non ha i requisiti per partecipare, finendo in una sorta di “limbo”.


Il regolamento, di fatto, penalizza tutte le neopromosse dalla D alla C, Palermo compreso: la Lega Pro infatti iscrive al torneo le migliori squadre della scorsa stagione di Serie C e le retrocesse dalla serie B (QUI il regolamento completo), mentre la LND può iscrivere 9 squadre dilettantistiche – una per girone – e dunque può attingere solo tra le squadre rimaste in Serie D (QUI il comunicato). Ed è per questo che le 9 neopromosse – da regolamento – non appartengono a nessuna delle due “categorie”. E non possono giocare la Coppa Italia.


LEGGI ANCHE

PALERMO, INFORTUNIO PER DODA


LE DICHIARAZIONI DI PELAGOTTI


RITIRO PALERMO, 8 SETTEMBRE: IL REPORT DELLA MATTINA


Tags: , , , , , ,


Articoli Correlati


  • Arricciano le carni. (come dicono a Bergamo)

    -scritto da

  • Ma noi non siamo interessati alla coppa Italia.

    -scritto da

  • Passano gli anni ma chi governa il calcio ha sempre il seme della demenza.

    -scritto da

Lascia un commento

*