Il Palermo c’é, Coronado no. Foschi: “Diamogli un paio di giorni, altrimenti…”

La firma è vicina. Questo quanto riporta il Corriere dello Sport in merito al “caso” di mercato del momento in casa Palermo, cioé la cessione di Igor Coronado allo Sharjah, squadra di Dubai che offre al giocatore 1,2 milioni di euro all’anno di ingaggio per 4 anni e 6 milioni al Palermo. Anche lui tra gli assenti nel raduno di Sappada (Gnahoré ha smarrito il passaporto, Bellusci influenzato).

PARTE L’AVVENTURA DI UN PALERMO “PRECARIO”

Una situazione quella legata al brasiliano ribadita a Paolo Vannini dallo stesso Rino Foschi (che nel frattempo lavora in entrata per Brignoli e Salvi): “C’é una trattativa in corso, diamo al ragazzo un paio di giorni per decidere, diversamente si unirà al gruppo a Sappada. Io in ritiro? No. Ho una serie di appuntamenti a Milano e tanto lavoro da fare non è tempo di presentazioni o cose del genere che avrebbero poco senso”.

CON TEDINO TORNA ANCHE IL VECCHIO STAFF

L’obiettivo del Palermo è però chiaro: “rifocillare” le casse svuotate dalla mancata promozione e dalle operazioni del passato e anche quelle del presente (Stellone e Valoti sono tuttora sotto contratto), puntando molto sulla plusvalenza generata dall’eventuale cessione di Coronado e sul taglio agli stipendi più onerosi (Rajkovic compreso, per il quale perde quota l’ipotesi spalmatura). Poi toccherà agli altri, soprattutto chi andrà in scadenza a giugno 2019 (Jajalo, Aleesami e Struna ad esempio) e che dunque già da gennaio potrebbe lasciare a parametro zero.

LEGGI ANCHE

MERCATO, BRIGNOLI E SALVI: QUASI FATTA

PALERMO, OCCHIO AGLI SVINCOLATI DI LUSSO

ZAMPARINI: “SARÀ RIVOLUZIONE. FIDUCIA A FOSCHI E TEDINO”

PALERMO, ECCO LA LISTA DEI CONVOCATI PER IL RITIRO