Filippi: “Ho avuto risposte ma dobbiamo essere più cattivi”

FOTO PEPE / PUGLIA

Sconfitta e fine dell’avventura in Coppa Italia Serie C per il Palermo di Giacomo Filippi. L’allenatore rosanero è intervenuto nel post partita della gara persa col Catanzaro esprimendo le sue sensazioni sul match.

“Rammaricati per il risultato – afferma -. Non basta fare una buona prestazione anche se per larga gara abbiamo gestito bene il possesso palla. Perdere e non andare avanti dispiace nonostante la prestazione. Ma non basta, bisogna essere più decisivi e incisivi. Il Catanzaro è una diretta concorrente, lo sappiamo e abbiamo giocato senza tirarci mai indietro”.

L’allenatore esamina i tratti positivi: “Ho visto che la squadra per 70 minuti ha fatto benissimo. Dopo aver subito il gol abbiamo iniziato a giocare in forma individuale e mi da fastidio. Abbiamo messo in difficoltà il Catanzaro e dovevamo insistere. Ma chi ha giocato ha fatto benissimo“.

“Fino ad oggi la costante non è fare prestazione ma non fare risultato – prosegue -. Penso che chi ha giocato oggi sia alla pari di quelli che hanno giocato domenica: cambiando 9/11 hanno dato ottime risposte”.

Poi l’analisi sui singoli: “Almici? Innegabile che quest’inizio di stagione sia diverso da quello passato. Ha avuto piccoli acciacchi che hanno rovinato la sua condizione. Oggi mi è piaciuto per 55 minuti e lo stesso per Marong. A volte si sottovaluta, ma ritrovarlo per me è ottimo. Peretti? Buona gara, nell’occasione del gol Curiale è stato bravo ma mi serviva una risposta e i ragazzi me l’hanno data”.

Crivello, dopo il reinserimento, ha giocato quasi tutta la gara. “Roberto ha fatto bene per tutti i 90 minuti. Cosa manca alla squadra? La cattiveria per portare a casa il risultato. Dobbiamo dare continuità con prestazioni e risultato. Oggi è mancato il risultato ma bisogna insistere sull’essere feroci sotto porta. Il Palermo nel tempo farà bene e combatterò per le prime posizioni”.

Marconi? Sta bene. Abbiamo preferito lasciarlo a casa. Rientriamo stasera e venerdì sera partiremo per Andria dove giocheremo una partita difficile e dovremmo essere pronti”, ha concluso