Zamparini spiazza Ponte: ora Follieri e Bogarelli sono in pole

“Palermo, Zamparini spiazza Ponte”, questo il titolo dell’edizione odierna del Giornale di Sicilia. Le trattative per la cessione della società, infatti, proseguono su più fronti: Zamparini è volato a Londra per questioni di lavoro e ha rimandato a martedì prossimo ogni possibile incontro per il futuro della società.

Il patron rosanero vuole cedere il 100% delle quote societarie – si legge nell’articolo di Benedetto Giardina – motivo per cui la figura dell’imprenditore italo-svizzero, Antonio Ponte, sembra non essere più la strada privilegiata. Ed ecco che, Follieri e Bogarelli balzano in pole nella corsa a tre per l’acquisto del Palermo.

La trattativa impostata tra Zamparini e Ponte prevedeva l’ingresso in società dell’imprenditore svizzero per un 10%, seguito dall’ingresso del suo fondo Raifin con Zamparini che avrebbe mantenuto una sua percentuale. Le frizioni, però, sono arrivate nel momento in cui il patron ha chiesto un bonus economico in caso di promozione dei rosanero in Serie A.

Ora, però, Zamparini sembra essersi deciso a cedere il 100% delle quote, forse perchè le altre cordate interessate fanno sul serio. La figura del manager dei diritti tv Bogarelli, che è una sorta di “advisor” di Follieri, ha permesso una più approfondita trattativa con Zamparini. C’è stato un incontro tra Bogarelli e Anania, l’avvocato dello studio Whiters che gestisce le questioni relative alla cessione della società rosanero, a testimonianza di come la due diligence vada avanti.

Zamparini, intanto, non rilascia dichiarazioni in merito, causa accordi di riservatezza. Nella gara all’acquisto della società, dunque, c’è da registrare un passo indietro nella trattativa con Ponte. L’accoppiata Bogarelli-Follieri passa in pole-position, in attesa sempre di segnali da parte dalla cordata americana…

LEGGI ANCHE:

FROSINONE – PALERMO, LA CORTE SPORTIVA D’APPELLO PRENDE TEMPO

PALERMO, IL CDA APPROVA IL BILANCIO (IN PROFONDO ROSSO)

IL PALERMO CALCIO E SKY AL CENTRO “PADRE NOSTRO” DI BRANCACCIO: IL PROGRAMMA